Panoramica e prospettive dell’eCCC

Il Codice dei costi di costruzione eCCC basato sugli elementi suddivide i progetti secondo elementi. Di conseguenza è particolarmente adatto nelle prime fasi del progetto, quando sono noti solo volumi e superfi ci. Con l’eCCC si possono determinare valori di riferimento e comparare i costi dei progetti. Dato che anche il BIM (Building Information Modelling) si basa sugli elementi, l’eCCC è la chiave per classifi care gli elementi. L’eCCC è inoltre utilizzabile sia per l’edilizia sia per il genio civile. La norma svizzera SN 506 511 eCCC-E è stata adattata dopo sette anni alle nuove esigenze.

Norma, Manuale per l’utente e messa a disposizione dei dati da agosto 2020

Dopo il completamento della revisione dell’eCCC-E all’inizio di marzo, i relativi strumenti di lavoro e i dati potranno essere messi a punto in modo da essere disponibili a partire da fi ne estate 2020. Gli ulteriori livelli di suddivisione dell’eCCC-Gate (elementi parziali e componenti) saranno a loro volta adattati. È in preparazione un servizio dati per l’integrazione user-friendly in programmi sofware comuni, che comprende anche la classifi cazione IFC. Come per l’eCCC-E, il Manuale per l’utente con l’elenco delle modifi che sarà disponibile in forma cartacea e digitale. La versione digitale offre una funzione di ricerca e la possibilità di visualizzare informazioni aggiuntive con indicazioni IFC e regole di computo. Inoltre, si sta lavorando ad una conversione per l’eCCC-E e per il Codice dei costi di costruzione CCC orientato all’esecuzione. Ciò è particolarmente utile quando si lavora con valori di riferimento di progetti ultimati e per l’impiego con la piattaforma di valori di riferimento werk-material.online.

Le modifiche più importanti dell’eCCC 2020

  • la nuova formattazione dei codici
  • un secondo sistema di riferimento 
  • l’abbreviazione delle grandezze di riferimento
  • il miglioramento per la modellazione
  • la chiara classificazione dell’impiantistica degli edifici

Dallo standard IFC alla metodica eCCC

Dallo standard IFC alla metodica eCCC Per poter generare la determinazione delle quantità da un modello digitale della costruzione vanno osservate delle direttive di modellazione. Oltre alla struttura geometrica del modello (LOG, level of geometry) devono essere assegnate determinate informazioni (LOI, level of information). Queste sono determinanti per una corretta classificazione delle parti d’opera per la rispettiva classifi cazione eCCC.

I seguenti mezzi ausiliari sono di sostegno:

  • le direttive di modellazione dell’offerente del software
  • la Serie di regole IFC-eCCC del CRB
  • il Manuale per l’utente eCCC del CRB
  • i corsi di formazione continua CRB: Determinazione delle quantità basata su modello

Esempi di applicazioni attuali su Internet (solo in lingua tedesca)

 

Der Film gibt einen kurzen Einblick wie in der Software DELTAproject die Elemente nach dem eBKP kalkuliert werden und daraus ein Kosten-voranschlag nach BKP erstellt werden kann.

 

Eine modellbasierte BIM-Planung bietet die Möglichkeit, Mengen- und Kostenermittlungen basierend auf der eBKP-Systematik zeitsparend und unter Nutzung vieler Automatismen zu erstellen. Radek Rukat zeigt auf, wie man dafür das Modell aufbaut, mit Geschossen, Klassen und Konstruktionsebenen strukturiert und native Bauteile korrekt einsetzt.

 

Der Vortrag von Philipp Escher zeigt, wie mit der Software Solibri  über den eBKP-Regelsatz Prototyp die Mengen direkt aus dem CAD-Modell automatisiert ermittelt und für Kostenberechnungen weiterverwendet werden können.