eCCC-Plugin per software CAD

 

Per la classificazione standardizzata delle parti d'opera

L'eCCC-Plugin risponde al bisogno dei progettisti di classificare le parti d'opera in modo semplice direttamente nei software CAD secondo il Codice dei costi di costruzione eCCC. Oltre a ciò, il Plugin offre il vantaggio di un'assegnazione parzialmente automatizzata delle parti d'opera attraverso la mappatura eCCC, là dove attualmente possibile.

consente una classificazione standardizzata delle parti d'opera per le selezioni delle quantità e le determinazioni dei costi

parzialmente automatizzato, uniforme e trasversale 

crea la connessione alla struttura IFC e alle librerie di parti d'opera del software CAD

minimizza gli sforzi necessari per la classificazione

aiuta ad evitare fonti di errore 

aumenta la qualità per la determinazione delle quantità 

offre una rapida panoramica attraverso la barra di avanzamento 

permette l'esportazione IFC con la corretta attribuzione come riferimento di classificazione IFC

 

Una classificazione veloce e semplice

Se nel modello sono disponibili delle pareti, il Plugin le riconosce e suggerisce automaticamente all'utente p.es. per l'eCCC-GC, l'elemento «O 2.1 Parete». Per l'eCCC-E viene momentaneamente proposto l'elemento «C02.01 Parete grezza esterna» oppure l'elemento «C02.02 Parete grezza interna». L'assegnazione definitiva, parete esterna o interna, viene eseguita manualmente dall'utente.

Se tutti i partecipanti al progetto ottengono i dati di classificazione tramite l'eCCC-Plugin e usano la mappatura eCCC per assegnare le parti d'opera secondo gli standard CRB, l'uniformità della classificazione delle parti d'opera aumenterà. Per i progettisti settoriali, l'integrazione dei rispettivi modelli specialistici in un modello di coordinazione è semplificata e le fonti di errore associate così come lo sforzo per la post-modellazione sono significativamente ridotti.

Assistenza attiva per la mappatura eCCC

L'eCCC-Plugin aiuta l'utente a preparare il modello digitale dell'opera per la determinazione della quantità basata sul modello. Questo processo viene effettuato direttamente tramite il Plugin. In primo luogo, la mappatura automatica eCCC viene effettuata per tutte le parti d'opera per le quali è possibile un'assegnazione uniforme. Per i componenti in cui ciò non è possibile a causa di informazioni mancanti, l'assegnazione deve essere fatta manualmente dall'utente. Un processo manuale deve essere eseguito anche se si usano delle parti d'opera specifiche dell'utente.

Importante: l'eCCC-Plugin supporta l'utente anche nell'assegnazione manuale. Suggerisce tutti gli elementi eCCC conosciuti e disponibili, elencati come tabelle e aiuta l'utente a restringere il campo, sempre se possibile, sulla base delle informazioni disponibili.

A disposizione dell'utente ci sono due diversi processi di mappatura: la mappatura secondo una categoria e la mappatura secondo una parte d'opera. In entrambi i processi, le proposte devono essere confermate dall'utente. Il decorso dell'assegnazione è visualizzato graficamente tramite una barra di avanzamento.

Tramite questo procedimento, l'utente può ridurre al minimo lo sforzo per la classificazione delle parti d'opera e contemporaneamente aumentare considerevolmente la qualità del modello

Determinazione delle quantità basata sul modello secondo l'eCCC

Se il modello digitale dell'opera è collegato completamente con l'eCCC, l'utente può iniziare con la determinazione della quantità secondo l'eCCC. Questo processo non viene effettuato nell'eCCC-Plugin. Per la determinazione della quantità, di solito viene usato un software specifico oppure viene allestita una tabella Excel. Occorre notare che per la determinazione della quantità è indispensabile osservare le regole di computo secondo il manuale utente eCCC-E o eCCC-GC.
 

Restate costantemente informati e partecipate alla Community!

Volete essere regolarmente informati su un tema? Oppure siete interessati a condividere, assieme ad altri esperti, la vostra esperienza e le vostre conoscenze? Allora non esitate e iscrivetevi. Il CRB organizza regolarmente eventi, workshop o tavole rotonde virtuali di grande interesse. Solo grazie alla vostra partecipazione sarà possibile allestire standard adeguati!

Preordinazione

eCCC-Plugin

 

I principi guida per l'eCCC-Plugin

Marcel Chour

«Con l'eCCC-Plugin, il CRB soddisfa una grande necessità dei progettisti: permette loro una classificazione univoca e parzialmente automatizzata delle parti d'opera direttamente nel software CAD.»

Capoprogetto eCCC-Plugin, CRB

Marcel Chour

  • Codice dei costi di costruzione Edilizia eCCC-E (2020) con 360 posizioni di costo
  • Codice dei costi di costruzione Genio civile eCCC-GC (2017) con 361 posizioni di costo
  • eCCC-Gate (4° livello) con oltre 2’500 elementi parziali
  • Più di 3'000 assegnazioni degli elementi parziali all'IFC e alle librerie di parti d'opera CAD
  • Funzione di esportazione integrata quale file 4.1 IFC

Il progettista apre il software CAD con il quale ha creato il modello digitale e attiva l'eCCC-Plug-in. A questo punto inizia con la cosiddetta «annotazione», cioè inizia con l'attribuzione delle singole parti d'opera o interi gruppi di parti d'opera del suo modello digitale ai codici eCCC. L'illustrazione che segue mostra la procedura di annotazione usando la parte d'opera Finestra come esempio. L'eCCC-Plugin riconosce automaticamente che la parte d'opera selezionata è una finestra. Così facendo, suggerisce all'utente i codici eCCC corrispondenti, che sono disponibili per la specificazione di una finestra secondo l'eCCC-E (elemento E03.01 con tutti i relativi elementi parziali). L'assegnazione definitiva del tipo di finestra è fatta manualmente dall'utente. La finestra selezionata nell'esempio è in legno-metallo, quindi, per questa parte d'opera, l'utente seleziona il codice eCCC E03.01.002. Se tutte le finestre all'interno del modello sono in legno-metallo, possono anche essere selezionate come un cosiddetto «gruppo di parti d'opera» e annotate di conseguenza. Se nessuno degli elementi parziali standardizzati corrisponde, si può utilizzare un elemento parziale individuale o definito dall'utente.

Formato di riferimento Applicazione web
Lingue

Tedesco, francese,

italiano

Nota Tassa annuale di licenza per l'utilizzo
  • Collegamento internet
  • Software CAD ArchiCAD versione 24 & 25 per Mac & Windows
  • Software CAD Revit versione 2021 & 2022 per Windows
  • Software CAD Vektorworks versione 2022 per Mac & Windows
  • Revit: il modello non può essere centralizzato, deve essere distaccato e sbloccato

Versione 1.0 (disponibilità prevista dal 01.09.2022)

per ArchiCAD versione 24 & 25
per Revit versione 2021 & 2022
per Vektorworks versione 2022

  • È prevista la messa a disposizione di ulteriori programmi per CAD che avverrà gradualmente.
  • Come organizzazione neutrale che di occupa di standardizzazione, il CRB offre a tutti i partner informatici la possibilità di integrare l'eCCC-Plugin nel loro programma.
Nessuna registrazione trovata.